“A Rossa”, un po’ di storia

Tutto iniziò nel 1927, quando Saveria Grimaldi (mia nonna) sposò Don Quilici (mio nonno) nel piccolo paese di Conca (partenza/arrivo sud del GR20) e la coppia decise di scendere in pianura e stabilirsi in una casa a Favone.

Don lavorava come venditore ambulante di muli (U Dragulinu) e Saveria, dopo aver continuato per un po’ a fare la pastora (a pastòra), offriva presto da mangiare e da bere ai viaggiatori che volevano fermarsi nel loro viaggio tra Bastia e Bonifacio.

Il piccolo Caffè era nato… Fu molto rapidamente conosciuto e riconosciuto lungo tutta la costa orientale della Corsica e fino a Propriano con il nome di “A Rossa”, soprannome dato a mia nonna per i suoi sgargianti capelli rossi.

Con l’arrivo dei primi vacanzieri nel 1936, lo stabilimento prosperò e la vita continuò tranquillamente durante le stagioni estive.

Negli anni 1970, l’azienda di famiglia è stata ripresa e sviluppata dai due figli di “A Rossa”, Paul (mio zio) e Toussaint (mio padre).

Oggi, mio zio Paul non è più con noi e mio padre ha deciso di prendere una meritata pensione, io sono la terza generazione che continua l’avventura di questa saga familiare.

Spero di avere il piacere di accogliervi presto, a casa, ma anche su quest’isola che è sempre nella mia testa e nel mio cuore.

Hermine Quilici
La bambina di A Rossa

 

A Rossa utilizza i cookies per assicurarti la migliore esperienza sul nostro sito. Continuando a utilizzare questo sito, accetti l'uso dei cookie. Più informazioni.

A cosa servono i cookie?

Un cookie è un piccolo file di testo inviato al suo browser tramite il sito web che sta visitando.

Con questo cookie, le informazioni sulla sua visita, compreso il suo paese e altre impostazioni, vengono memorizzate sul sito web. Questo può rendere la sua prossima visita a questo sito più facile e più utile per lei. I cookie giocano un ruolo importante. Senza i cookie, usare il web potrebbe essere molto più frustrante.

Chiudere